Reclaim the media

Reclaim the media

Il giorno 16 Marzo 2002 una delegazione composta da attivisti di Radio Città Pescara, Pescara Libera e Giovani Comunisti è partita da Pescara alla volta di Roma per partecipare alla manifestazione indetta da Indymedia e Radio Onda Rossa in difesa dell`informazione libera e dei media indipendenti.
Ci siamo ritrovati in piazza Esedra con gli altri manifestanti e con i mediattivisti provenienti da tutta Italia, eravamo almeno 8.000 alla partenza, raggiungevamo sicuramente le 10.000 presenze all`arrivo al Colosseo, il TG3 Lazio alle ore 19.30 riportava la presenza di 20.000 persone in piazza.
C`erano sound system di tutti i tipi, postazioni multimediali mobili, tir che contemporaneamente erano bar, sound system, video system, sculture mobili, palchi per esibizioni, negozi per l`autofinanziamento e tutto quello che la mente dei partecipanti voleva e poteva far essere; c`era chi offriva cibo, chi attaccava adesivi (e noi abbiamo contribuito riempiendo la città con gli adesivi di Radio Città), chi riprendeva, chi fotografava, chi copriva le mura con scritte o con manifesti.
Si ballava e ci si divertiva, dato che sappiamo benissimo che per opporci a quelli che vogliono farci sparire, le nostre armi migliori sono la comunicazione e l`allegria.
Come recita anche il motto dei fratelli di Radio Città, “Ritmo e Consapevolezza“.
Il cartello che abbiamo portato da Pescara recitava “Libera l`hacker che è in te ! FREE THE MEDIA“ ed è piaciuto molto alla piazza, molti l`hanno fotografato e filmato, siamo stati persino intervistati.
Durante la parata il cartellone è stato modificato e animato con l`aggiunta di adesivi e manifesti, divenendo ancor più parte di quell`immensa opera d`arte collettiva e palpitante che era il corteo stesso.
Insieme al cartellone portavamo una bandiera pirata a rappresentare la nostra indipendenza e quella di tutti i media alternativi, moderni pirati della comunicazione costretti a questa sorta di nuova pirateria per poter combattere l`informazione dei media di regime.
Poetico come concetto, non trovate ??
Una vena comica si è creata con l`intervento di un manifestante che voleva che noi togliessimo la bandiera pirata perchè credeva fossimo dei “Black Bloc“, abbiamo dovuto spiegargli qualcosa ma il tutto si è risolto con delle allegre risate 🙂
Siamo ripartiti contenti e soddisfatti per aver visto che c`è chi resiste davvero e sviluppa nuove forme di comunicazione per una nuova società migliore.
Altro che girotondi 🙂
Preciso per i puristi dell`informazione, questo non è un report serio, non è “informazione“, è comunicazione di sensazioni vissute per contribuire alla costruzione collettiva di nuovi mondi possibili.

RECLAIM

RECLAMA strade vive, case per tutti, piacere diffuso, marijuana libera, reddito per tutti, mondi senza frontiere, libertà di scelta, mondi senza sbarre, libera comunicazione, diritto all`ozio, enjoy yourself…

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.